Works

Libertu00e9, Egalitu00e9, Volontu00e9. The Blasphemous Art Riot

2007

Statement

This strike takes the move against the decision taken after a point of order in the Italian Parliament promoted by Luca Volontè, leader of the Catholic parliamentary group, to shutdown the site of the collective Molleindustria.
The object of the contest was a game (“Operation: Pedopriest”) made to denounce the connivance of the higher positions of the Catholic church to hide sexual abuses on underages.
A copy of the official website of Luca Volontè was made on a similar web address containing the accused game.
The target of this site was to gain popularity with the links of all the world bloggers and overcome the real site.
After just only two days the site (placed in Italy) was obscured but another fake site was ready hosted offshore: www.luca-volonte.com.

Here it is the official press release (in Italian only):

Mercoledì 4 Luglio 2007, Rete delle Reti.

Les Liens Invisibles :: Image-guerrilla group

Azione a sostegno di Molleindustria contro l’increscioso caso di censura subita.

“Gigabit intanto scorrono nella rete, peccaminosi? inerti? colpevoli? innocenti? ne possiamo sentire il flusso sotto di noi mentre ancora avvampano nelle nostre memorie storiche le luci dei libri bruciati in piazza, macabri rituali ciclicamente riesumati dai vari inquisitori o dal dittatore di turno. Serpeggia l’inesorabile incedere dei raid nelle case a scorticare con la fiamma gli scomodi volumi, purificare i pensieri eretici e talvolta gli stessi pensatori.

E poi silenzio. Altrove si ripercuote oggi la scure dei censori, laddove liberi si esprimono gli individui, dove il dibattito si consuma incontrollato e incontrollabile.

Non sono più le case a intingersi di sangue, adesso. Azioni politiche e giuridiche hanno sostituito la forza bruta cambiando la forma ma non la sostanza: chi detiene il potere, i mezzi e i soldi riesce a imporre la propria volonta. Volontè. Intimorire l’individuo. Annientarlo.

Ride, l’ignaro, fiero della facile vittoria.

Ma il rigurgito è spontaneo, viaggia alla velocità delle idee e si propaga, inarrestabile. Specchio spezzato, frammenti di identità che travolgono lo stesso nemico con la stessa forza disgregatrice, colpendo  la sua stessa immagine.
Riaggregandosi poi per proclamare all’unisono oggi in questo luogo, in questo non-luogo la nostra richiesta di resa incondizionata:  GIU’ LE MANI DAI VIDEOGIOCHI.”

Il gruppo immaginario Les Liens Invisibles in collaborazione con Image Guerrilla Group, scaglia finalmente la propria invettiva mediatica con l’operAzione “Liberté, Egalité, Volonté. The Blasphemous Art Riot” (http://www.lucavolonte.eu), opera di plagiarismo sociale ma anche ludico esperimento di networking artivistico.

La regola per chi intende partecipare al gioco è molto semplice:

(*) Linkare, linkare e far linkare su siti e in tutta la blogosfera l’indirizzo http://www.lucavolonte.eu o http://www.lucavolonte.eu/pedopriest.html (temporary 09/07/07 Update! le pagine possono ora essere rintracciate qua: http://www.luca-volonte.com o http://www.luca-volonte.com/pedopriest.html) dove è tra l’altro possibile giocare a “Operation PedoPriest”.

Così facendo i partecipanti incrementeranno il ranking della rivolta opponendo la visibilità degli “oscurati” a quella delle forze oscurantiste.

Giú le mani dai videogiochi!

[text from Domenico Quaranta‘s blog]

02/07/07 – A couple of days ago, the italian collective Molleindustria decided to remove from its website its last videogame, Operation: Pedopriest, “in order to not worsen the situation of our webspace provider that is legally responsable for all the content”. This decision was taken after a point of order in the Italian Parliament called “Countermeasures to the religions’ offenses”, in which the leader of the Christian Democratic Party Luca Volontè asked to shut down this website appealing to a 2006 law about child abuse and pornography.

The law includes a chapter about “virtual pedo-pornography” that consider illegal to publish “pictures whose quality of representation makes unreal situations appear real”.
More informations

Il 30 giugno 2007, il collettivo italiano Molleindustria ha rimosso dal suo sito il suo ultimo videogioco, Operazione: Pretofilia, per evitare problemi al proprio server. All’interpellanza urgente firmata dall’onorevole Luca Volontè, che chiedeva di prendere provvedimenti riguardo al gioco, il governo (per bocca del Sottosegretario Paolo Naccarato) ha risposto tra l’altro: “si sta cercando di rimuovere la pagina web del server dove la stessa è ospitata”. Volontè aveva fatto appello alle clausole sulla “Pornografia virtuale” della legge 38 del 6 febbraio 2006, che dice: “Per immagini virtuali si intendono immagini realizzate con tecniche di elaborazione grafica non associate in tutto o in parte a situazioni reali, la cui qualità di rappresentazione fa apparire come vere situazioni non reali”.

Per approfondire il caso:
Da Molleindustria.it: VOLONTE’ vs MOLLEINDUSTRIA?
Da Molleindustria.it: SIA FATTA LA SUA VOLONTE’

Media Coverage

 

who makes levitra